Tag Archives: volantino

AUTOPSIA DI UN ANARCHICO

L’analisi delle escoriazioni cutanee e delle lacerazioni dell’epidermide intorno al collo rivela che le fibre del lenzuolo che serravano la gola del Massari erano formate da un tessuto composto di cieca meschinità umana. L’azione dello strangolamento risultava applicata con tutto il potere che una società gerarchica interessata solo al profitto e alla sua autoriproduzione conformizzata può esercitare su di un singolo individuo non conformato, reso inerme e rinchiuso in una gabbia. L’analisi del sangue e dei liquidi intestinali mostra che...
Read More

LEGA DEI FURIOSI

Dopo una serie di incontri tenutisi a Imperia, La Spezia e Firenze, si è infine giunti alla realizzazione de LA LEGA DEI FURIOSI: catalogo collettivo nato dall’esigenza di diverse realtà; collettivi, gruppi, centri sociali, singoli, interessati all’autogestione/autoproduzione/distribuzione di libri, dischi, cassette audio e video, zines, cartoline, magliette ecc. L’intento comune è quello di far conoscere al maggior numero di persone quello che viene fatto al di fuori (o il più possibile sganciato) dei meccanismi di produzione e valorizzazione delle merci-creatività. Nel...
Read More

LA FINE DI OGNI UOMO

Vi scrivo dai paesi dell’ATROCE, vi scrivo dalla capitale di folla addormentata. È venuta per me la fine di ogni uomo: perché bisogna produrre, bisogna, con tutti i mezzi di attività possibili, sostituire la natura ovunque possa essere sostituita, occorre trovare all’inerzia umana un campo più vasto, bisogna che l’operaio abbia di che occuparsi, bisogna creare nuovi campi di attività, e finalmente questo sia il regno di tutti i falsi prodotti fabbricati, di tutti gli ignobili surrogati sintetici, in cui non ha niente a che fare la bella...
Read More

CONTRO IL LAVORO

Progetto per una rassegna popolare di cortometraggi video autoprodotti La rassegna ha lo scopo di mettere in luce la nocività del lavoro, a partire dal lavoro salariato così come viene praticato e vissuto nella nostra società. Crediamo che pressoché chiunque in questa città si sia trovato a dover subire sulla propria pelle gli effetti nefasti del lavoro, della medesima schiavitù double face cui sottostanno il lavoratore e il disoccupato, del suo autoritario dominio sulle nostre vite operato tramite l’accanita scansione ed...
Read More

CONTRO TUTTI

CONTRO TUTTI GLI ASPIRANTI POLITICI E I LORO PRESUNTI MOVIMENTI In questo periodo in Italia assistiamo ad una serie di proposte di legalizzazione delle occupazioni degli spazi autogestiti proveniente da varie forze della sinistra istituzionale (PDS, Rifondazione, Verdi, Rete, eccetera) e da alcuni centri sociali. Legalizzare vuol dire ricondurre sotto l’imperio della legge di Stato tutte quelle esperienze di vita che in varia misura vi si sono sottratte. Per noi, ciò significa, nella pratica, rendere impossibile l’autogestione soffocare ogni tensione di rivolta....
Read More

Suicidio modo d’uso, sequestrato

“Rassicuratevi, noi non amiamo la morte. Preferiamo sapere che dei bambini si amino, che un prigioniero evada, che le banche brucino, che la vita insomma si manifesti”. Dopo il burro di Bertolucci, la frittata del pretore di Portici Riccardo Russo, che ordina su tutto il territorio nazionale il sequestro del libro Suicidio modo d’uso di Claude Guillon e Yves Le Bonniec edito in italiano dai tipi della Nautilus, ipotizzando per autori, editori e proprietario dell’opera una serie incredibile di reati:...
Read More

Treni ad alta velocità

L’epopea di paccottiglia elaborata dall’ideologia dei cavalieri d’industria, golden boy e simili ronzini avrà finalmente portato i suoi frutti. La desertificazione delle campagne l’ammucchiarsi in periferie e città invivibili, l’omologazione delle esistenze, la scomparsa di ogni comunità possibile come di ogni individualità profonda, la vita dominata totalmente dagli imperativi economici, il tempo detto libero e gli svaghi divenuti essi stessi merci, il crescente sentimento dell’assurdità di una simile vita. Vi è una specie di armonia finora poco turbata fra potenti che...
Read More
52

Nautilus 25 anni

Nel 1981 iniziava il viaggio di Nautilus, un collettivo che da 25 anni porta avanti un’attività – per lo più editoriale – legata ai principi dell’autogestione e alla pratica dell’autoproduzione. Chi nel 1981 accese i motori di Nautilus e si diresse in mare aperto con gli altri marinai saliti qualche tempo dopo, era – e continua ad essere – animato dal desiderio di agitare e sostenere la libertà, contribuire alla crescita di una comunità umana che elimini, nella vita quotidiana...
Read More

Contro il Salone del Libro

L’autobus passa lentamente attraversa la strada rattoppata di carta i lebbrosi singhiozzano con piacere e toccano il volto dei potenti editori le loro facce rabbiose, senza segni, le loro gambe coperte. Dopo il salone dell’automobile e gli alpini eccoci alla terza mostra mercato (auto-uomini-libri): la Fiera Internazionale del libro, la passerella della cultura, l’industria delle parole, il business del linguaggio. L’editoria ufficiale è funzionale al sistema in quanto mezzo per sviluppare il consenso e per creare i presupposti di un sapere inteso come conoscenza dei soggetti da...
Read More

Lo Spettacolo Merce

Hai sentito! Alla Lega lungo il Po c’è un happening multimediale. Queste sono stronzate! Attualmente io e altri mille tecnici stiamo allestendo le scenografie del più grosso revival del musical mai concepito, tutto basato sul rilancio della figura carismatica di Fred Astaire! Te lo ricordi? Non importa, Lo spettacolo, già tutto scritto durerà 3 settimane, ne verranno tratti: un olofilm di trentasei ore, tredici laser dischi con la colonna sonora, ventiduemila fanzine con poster 3-3d e merchandising complessivo per quaranta...
Read More