Sergio Ghirardi è nato a Genova nel 1947 e a se stesso nel 1968. Laureatosi in filosofia quasi senza accorgersene nel 1972 ha percorso a lungo le grigie strade dell’Europa e un po’ quelle polverose del mondo, prima di diventare
definitivamente un transalpino dai due lati delle Alpi: ligure e alverniate allo stesso tempo. Cosciente che cercare di rendere la vita degna di questo nome è un progetto
megalomane dell’ordine del sociale, prova a tessere un
dialogo con quanti lo condividano. In quest’ottica ha
tradotto buona parte dell’opera di Raoul Vaneigem in
italiano (per ultimo il Trattato del saper vivere, Castelvecchi, 2006) e pubblicato qualche testo di sensibilità situazionista come Non abbiamo paura delle rovine, DeriveApprodi, 2005.
Attualmente si interessa con entusiasmo al progetto di autocostruzione. La gratuità non ha prezzo. (2007)