BRUCIA EUROPA BRUCIA

BRUCIA EUROPA BRUCIA

Dove sono finite le strade che portavano ai misteri di Eleusi quando ci si purificava inebriandosi alle visioni provocate dall’assunzione del sacro Kykeon nascoste ora queste strade da nauseabonde raffinerie petrolchimiche i cui liquami immerdano anche le bianche scogliere innevate
al nord della Scozia dove un tempo di nero si stagliava maestoso e solenne solo il volo del corvo.
Che fine hanno fatto le foreste di Renania e Magdeburgo le cui imponenti querce si lanciavano sopra le nebbie su fino a toccare il tappeto di cupe nuvole che si stendevano alte oltre l’orizzonte giacciono ora distese orizzontali suddette querce accatastate squadrate in spettrali casette
unifamiliari a schiera infilate tutte in fila perfetta tutte dipinte di bianco asettico da sala operatoria.
Chi ha rubato le lingue e gli Dei dei popoli che ti hanno fatto grande e di ti sei servita solo ed esclusivamente come carne da macello inventando a loro spese l’idea SCIENTIFICA della guerra delle tecnologie di sterminio e di controllo per rendere tutto democraticamente e scientificamente morto.
Crepa Europa crepa…
Tu che hai partorito l’America non l’hai poi guardata affatto con dolcezza
avendola generata solo per i tuoi bisogni.
Tu oscena vecchia incancrenita l’hai cresciuta nel vizio l’hai educata allo stupro, all’esercizio e al desiderio morboso del dominio fino a farti sottomettere peggio di un’ignobile viziosa puttana con l’approvazione dell’altrettanto ignobile viziosa e puttana Chiesa
Che tu muoia annegata dallo scioglimento dei tuoi stessi ghiacciai che per prima hai contribuito a provocare infestando l’aria di sostanze che ci intasano i polmoni e di malattie che ci rompono i coglioni fino alla morte.
Tu Europa dei potenti e degli schiavi sottomessi tutti dal miraggio di una vita
confortevole e agiata e dal demone del denaro.
Tu che mai hai saputo guardare in faccia all’altro da te fosse un indio, uno straniero, un capellone, un punk o gli occhi di un cane.
Tu che hai proibito le droghe di alcuni mentre da sempre spacci le droghe di altri.
Tu che hai sterminato e annientato popoli e che tutte le hai generate le grandi guerre pronta ancora a dare battaglia per qualche barile di
petrolio.
Danza il tuo ultimo impotente giro di walzer
Vecchia bagascia,
sul sangue dei morti
ancora freschi di Bosnia
e poi finalmente …
CREPA, EUROPA. MUORI.

I Ribelli di Capitan Nemo senza data