Critica Radicale

Raoul Vaneigem: La rinascita dell’umano è la sola crescita che ci conviene

I territori mondialmente defraudati dal sistema del profitto sono in preda a un afflusso improvviso di movimenti insurrezionali. La coscienza è obbligata a inseguire ondate successive di avvenimenti, a reagire a degli sconvolgimenti costanti, paradossalmente prevedibili e inopinati. Due realtà si combattono e si urtano con violenza. Una è la realtà della menzogna. Beneficiando del progresso delle tecnologie, essa s’impegna nel manipolare l’opinione pubblica a favore dei poteri costituiti. L’altra è la realtà di quel che è vissuto quotidianamente dalle popolazioni. Scarica il documento     

Continue Reading →

NAPOLI – BENEVENTO – 29 novembre, 2-3 dicembre 2019. La città “intelligente”. Conferenza-dibattito di Jean-Pierre Garnier.

VENERDI 29 NOVEMBRE, ore 17 TerzoPianoAutogestito - Palazzo Gravina, Via Monteoliveto 3, Napoli. LUNEDI 2 DICEMBRE, ore 21 Bar Perditempo - Via San Pietro a Maiella 8, Napoli. MARTEDI 3 DICEMBRE, ore 18 Janara Squat - via Niccolò Franco n°5, Benevento. L’URBANISMO AI TEMPI DELLA SMART CITY Presentazione del libro Smart city: la “città radiosa” nell’era digitale, con l’autore Jean-Pierre Garnier. Nautilus, novembre 2019 Lungi dall’annunciare l’avvento del “migliore dei mondi” urbani, la promozione della smart city da parte dei servitori del capitalismo tecnologico (responsabili politici, ingegneri, urbanisti, architetti, ricercatori in scienze sociali e “comunicatori” vari) non farà che contribuire...

Continue Reading →

Benevento, 3 Dicembre. Incontro su “smart city”, metropoli, “gentrificazione”, diritto alla città”, urbanismo securitario.

MARTEDì 3 DICEMBRE 2019, dalle ore 18.30 Incontro su “smart city”, metropoli, “gentrificazione”, diritto alla città”, urbanismo securitario. Con Jean-Pierre Garnier, già professore di Sociologia Urbana presso la Scuola Speciale di Architettura di Parigi A seguire Cena Sociale Janara Squat via Niccolò Franco n°1, (p.zza Vari) – Benevento Vecchia http://gaa.noblogs.org “I fatti che emergono nella città non necessariamente provengono dalla città, ma hanno origine altrove, un altrove che è allo stesso tempo da nessuna parte e dapertutto, vale a dire il capitalismo globale”. “Salvo rimettere in discussione la struttura della società globale, difficilmente la città può tornare ad essere “comunità”....

Continue Reading →

JEAN PIERRE GARNIER: Smart city. La “città radiosa” nell’era digitale. Pagine 40, € 3,50

Smart city o “smart fiction”? La smart city non è un concetto ma uno slogan. E il suo successo non si deve ad alcuna “rivoluzione digitale” – l’ennesima nel “cammino del progresso” – ma alla convergenza e interazione dei quattro processi che modellano il capitalismo contemporaneo: finanziarizzazione, flessibilizzazione, transnazionalizzazione e tecnologizzazione. Lungi dall’annunciare l’avvento del “migliore dei mondi” urbani, la promozione della smart city da parte dei servitori del capitalismo tecnologico (responsabili politici, ingegneri, urbanisti, architetti, ricercatori in scienze sociali e “comunicatori” vari) non farà che contribuire a spingere al parossismo la disumanizzazione della vita sociale… e dell’essere umano stesso....

Continue Reading →

Dibattito Critica al transumanesimo

50 Registrazione del dibattito che si è svolto sabato 11 maggio 2019 in occasione della seconda edizione di LIBRINCONTRO, nella piazza dell’ExMoi, via Giordano Bruno, Torino, per la presentazione del libro CRITICA AL TRANSUMANESIMO (Autori vari) pubblicato nel maggio 2019 da NAUTILUS.   Per trovare i link della registrazione (divisa in 6 tracce) andare al sito: https://xxmilaleghe.noblogs.org/

Continue Reading →

Autori vari: CRITICA AL TRANSUMANESIMO. Pagine 176, € 12,00

Una raccolta di saggi di taglio accademico scritti da: Thibaut Dubarry, Klaus-Gerd Giesen, Fany Guis, Jérémy Hornung, Julian Huxley, Nicolas Le Dévédec, Gaëlle Le Dref, Olivier Rey incentrati su sulle teorie e le patiche transumaniste. La causa dei disastri ambientali, sociali, culturali presenti, sono le tecnologie, ma nonostante ciò è quasi esclusivamente a esse che cocciutamente si continua a pensare per uscirne fuori. In quest’ottica si prospetta un futuro in cui tutti i rapporti con l’ambiente, ivi compresi quelli tra i viventi, verranno reimpostati sulla base di una concezione ipertecnologica che ha come soggetto un umano modificato o potenziato. A...

Continue Reading →