CONTRO IL LAVORO

CONTRO IL LAVORO

Progetto per una rassegna popolare di cortometraggi video autoprodotti

La rassegna ha lo scopo di mettere in luce la nocività del lavoro, a partire dal lavoro salariato così come viene praticato e vissuto nella nostra società.
Crediamo che pressoché chiunque in questa città si sia trovato a dover subire sulla propria pelle gli effetti nefasti del lavoro, della medesima schiavitù double face cui sottostanno il lavoratore e il disoccupato, del suo autoritario dominio sulle nostre vite operato tramite l’accanita scansione ed espropriazione dei ritmi vitali di ognuno di noi, individualmente e socialmente.
Crediamo anche che il lavoro così come viene qui adesso praticato e inteso e di cui ogni giorno vengono tessute le lodi dai mass media sia in realtà grandemente odiato dai più, secondo angolature assai diverse e soggettive. Così vorremmo cercare di dimostrare pubblicamente, per una volta, proprio la molteplicità degli effetti nefasti del lavoro e degli odi che esso suscita – nonché dei tentativi di porvi rimedio – attraverso una rassegna di cortometraggi video autoprodotti.
La nostra idea di partenza è quindi una rassegna aperta a cineasti e videomakers ma anche a tutti coloro che con le loro idee vorranno cimentarsi in questo “gioco”, realizzando a partire dalla propria visione personale e con qualunque strumento (foto, grafica, animazione, computer, interviste, situazioni, cut-up, ecc.), un massimo di cinque minuti di videocassetta VHS sulle tematiche che vanno dalla negatività del lavoro e l’alienazione delle nostre vite nella pratica e nell’utopia.
Il materiale realizzato per la rassegna dovrà essere autoprodotto, cioè realizzato al di fuori – ovviamente, dato lo spirito della rassegna – dalle regole e dall’economia del lavoro e del copyright, e se ne può prevedere una sucessiva circuitazione in videocassette, da far circolare con il sottotitolo: “TESI CONTRO IL LAVORO” nei modi e nei luoghi che si riterranno collettivamente più opportuni.
Queste proposte, insieme ad un eventuale utilizzo della sala di montaggio e delle attrezzature di Videocitronix – El Paso, verranno dibattute in una riunione pubblica che si terrà mercoledì 7 dicembre alle ore 21.30 presso El Paso, via Passo Buole 47, Torino, riunione a cui sono invitati a partecipare tutti gli interessati all’organizzazione e all’autogestione della rassegna e/o alla realizzazione dei video corti contro il lavoro.

NAUTILUS, Torino, 20 Novembre 1994