Gilberto Camilla: INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL DMT (ALTROVE N°11 – 2004)

Gilberto Camilla: INTRODUZIONE ALLO STUDIO DEL DMT Sono fermamente convinto che in qualche luogo, nel cervello, esista una molecola spirituale che origini o alimenti il misticismo e altri stati modificati di coscienza endogeni (R.J. Strassman) INTRODUZIONE La DMT, N, N-dimetiltriptamina, è un composto appartenente alla classe delle triptamine, presenti in molte piante (Acacia, Anandenanthera, Mimosa, Virola, etc.) ed è il principio attivo delle famose polveri da fiuto allucinogene dell’America meridionale, note sotto i nomi indigeni di yopo, parika, cohoba. È anche parte essenziale della bevanda sacra nota col nome di ayahuasca o yagé. Derivati dalle triptamine allucinogene sono presenti anche...

Continue Reading →

Anna Lisa Cantelmi: L’uso terapeutico delle piante tra credenze, superstizioni e riti religiosi (ALTROVE N°10 – 2003)

Anna Lisa Cantelmi: L'uso terapeutico delle piante tra credenze, superstizioni e riti religiosi “Poiché si può fare senza medico, non già del medicamento. Il quale, intendiamoci, non è la cosa che guarisce. È quella che – fatta ragione dei tempi e della moda – viene per il momento ritenuta atta a guarire…” Virgilio Quindi è ponendo attenzione a quei fattori che Virgilio chiama tempi, moda e momento, nel senso di “presente”, e che noi definiamo nella contestualizzazione storica, culturale e religiosa, che si evidenziano il concetto di malattia e di cura, nonché quello di medicina. Appare in questo modo che,...

Continue Reading →

Franco Landriscina: le basi neurofisiologiche delle esperienze mistiche e visionarie (ALTROVE N°9 – 2002)

FRANCO LANDRISCINA: le basi neurofisiologiche delle esperienze mistiche e visionarie. Un professore fuori del comune I film di fantascienza degli anni ’50 e ’60 erano pieni di strani professori in camice bianco intenti ad armeggiare con provette ed elettrodi in laboratori di campus universitari e a sperimentare strani congegni elettronici sui loro malcapitati studenti. Spesso i loro esperimenti avevano come obiettivo quello di leggere il pensiero o di risvegliare misteriosi poteri della mente. Quasi sempre il risultato finale era tutt’altro da quello aspettato. Come si sa, la realtà talvolta supera la fantasia, e infatti un professore di questo tipo esiste...

Continue Reading →

Claude Rifat: Stati di coscienza e sessualità (ALTROVE N°8 – 2001)

CLAUDE RIFAT: Stati di coscienza e sessualità. Le variazioni degli stati di coscienza sessuali e stati associati Ho studiato la variabilità della coscienza a partire dal 1976, prima attraverso la scoperta del sogno cosciente e poi grazie alla psicofarmacologia introspettiva come, a suo tempo, il mio illustre predecessore Joseph Moreau de Tours, psichiatra a Bicêtre. Il dottor Joseph Moreau de Tours è un personaggio altamente affascinante, e raccomando la lettura delle sue diverse opere al lettore. Moreau de Tours combinava il rigore scientifico al piacere, il che è una buona filosofia. D’altro canto, non aveva la pretesa di meravigliare ma...

Continue Reading →

Marcello Bersini: Coscienza e intelligenza artificiale (ALTROVE N°6 – 1999)

MARCELLO BERSINI: Coscienza e intelligenza artificiale. State lavorando alla tastiera del vostro futuribile computer Apple Junior. Computer ipotetico naturalmente, perché Apple Junior rappresenta il figlio di quel frutto dell'albero della conoscenza del bene e del male che fu il primo personal computer, battezzato appunto Apple, la mela proibita, dai suoi inventori Stephen Wozniak e Steve Jobs. All'improvviso sul monitor di Apple Junior appare il seguente messaggio: COGITO ERGO SUM. Come reagireste? Renè Descartes, quando pronunciò la medesima affermazione, venne preso sul serio. Credereste anche ad Apple Junior? Quale potrebbe essere il significato di 'penso' e 'sono' per Apple Junior? Potrebbe...

Continue Reading →

Carlo Del Buono: allucinogeni, psichedelici, enteogeni, come li chiamiamo? (ALTROVE N°4)

CARLO DEL BUONO: allucinogeni, psichedelici, enteogeni, come li chiamiamo? In questo mio intervento mi riferisco principalmente alle sostanze psicoattive che vengono definite psicodislettiche in quanto inducenti modificazioni qualitative dell’umore (aggiungerei anche “e della coscienza”) e più specificatamente allucinogene data la forte componente delle modificazioni percettive che alle prime si aggiungono. Insomma soprattutto LSD mescalina e psilocibina, per intenderci, sorvolando su tutta una serie di sostanze, sintetiche e non, con effetti simili. C’è tutto un proliferare di nomi (psicotomimetici, psichedelici, enteogeni, ecc.) e credo che in larga parte questo dipenda dal fatto che con le sostanze interagiscono in modo decisivo nel...

Continue Reading →

Introduzione (ALTROVE N°3 – 1996)

INTRODUZIONE Il piacere di licenziare un nuovo numero di Altrove, il terzo per la cronaca, è grande. È dato in parte dal pregustare la vita futura che esso avrà, fatta di incontri, scambi di informazioni, nuove e vecchie persone; un piacere esterno, dato dall’impatto della rivista con il mondo, e in parte proveniente da sé, dal confronto con i precedenti numeri e soprattutto con ciò che i primi volumi hanno portato con loro, da ciò che essi hanno saputo dare, e hanno ricevuto dalle persone. Non a caso Altrove è una rivista e come tale - a differenza del libro...

Continue Reading →

Introduzione (ALTROVE N°2 – 1995)

INTRODUZIONE Non molto tempo è passato dalla pubblicazione del 1° volume di ALTROVE, eppure molte situazioni sono mutate e con esse molte persone: chiaro sintomo di essere sulla buona strada, di toccare le giuste corde. Non è luogo questo per analizzare ciò che sono stati gli anni '80. Certo è che da quegli anni si è ulteriormente acuita la sensazione e più concretamente, la possibilità di incidere come individui associati nelle realtà politiche e sociali fondamentali. Già si era persa per strada la possibilità stessa di essere responsabili primi del proprio mantenimento e della soddisfazione dei propri bisogni. Oggi, a...

Continue Reading →

Gilberto Camilla: Universalità dell’esperienza psichedelica (introduzione, ALTROVE N°1 – 1994)

INTRODUZIONE L'interesse per Nautilus alla collaborazione con la SISSC è legato a quello coltivato da alcuni suoi componenti per gli stati di coscienza indotti dalla musica, dalle tecnologie elettroniche, dalle sostanze psicoattive e dal loro impatto, uso e significato nella società attuale oltre che alle prospettive individuali e collettive che si aprono in conseguenza dell'uso sempre più massiccio di sostanze chimiche e tecnologie che alterano lo stato di coscienza ordinario. In questa moderna "civiltà", è sempre più difficile riuscire a scindere l'individuo dalla società, così come (e soprattutto), diviene impossibile separare l'uomo dai suoi manufatti, dalla tecnica e dalle sovrastrutture...

Continue Reading →

444 GALERE PRIVATE PER I CONSUMATORI (CANNABIS N.11, giugno 2002)

444 GALERE PRIVATE PER I CONSUMATORI L’AFFARE CARCERE Guerra aperta alle strategie di riduzione del danno e al servizio pubblico, riaffermazione del patto di ferro tra governo e comunità terapeutiche promosse a nuove carceri private per i tossicodipendenti, imperante ideologia "drug-free". Dopo il clamore suscitato dalle dichiarazioni di Gianfranco Fini a San Patrignano, la Casa delle libertà si accinge a compiere un primo passo concreto in Parlamento per portare avanti la sua "guerra alla droga". Il Ccd ha infatti presentato una mozione (primo firmatario Volontè) che mira a sancire una volta per tutte il nuovo status quo. La mozione, che...

Continue Reading →