ALLEANZA CONTRO TUTTE LE NOCIVITÀ: TRENI AD ALTA NOCIVITÀ. Perché il Treno ad Alta Velocità è un danno individuale e un flagello collettivo. Pagine 48.

1.00

Questo lavoro dei compagni francesi dell’Enciclopédie des nuisances è un contributo capace di far cogliere l’aspetto della supervelocità applicato alle ferrovie come una iattura collettiva e pone il problema di come sia pericoloso un certo modo di porre la questione TAV (battersi per controllare l’operazione e non per farla affossare); invita a guardare il problema in una prospettiva che coglie la pericolosità strategica del progetto nel suo complesso.

Nel 2006 l’alta velocità ferroviaria in Italia è una realtà che purtroppo ha già irrimediabilmente sconvolto vaste aree in Piemonte, Lazio, Campania, Toscana e molte altre ne dovrà stravolgere e, con esse, l’esistenza di milioni di persone, la cui vita per questo non migliorerà, anzi ne peggioreranno sensibilmente le condizioni.

In val Susa, dove è stato pianificato l’attraversamento delle Alpi della linea che dovrebbe unire Lisbona con Kiev, l’intera popolazione si oppone al passaggio del treno.